Komboskini e Rosari

La corda di preghiera, in greco Komboskini, è utilizzata dalla tradizione cristiana ortodossa per tenere la mente concentrata durante la preghiera del cuore "Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me peccatore" e per contare le invocazioni. La sua confezione è sentita presso la chiesa cristiana ortodossa come un'arte sacra, al pari dell'iconografia ed è realizzata interamente con la preghiera. La tradizione di questa corda ha origine da s. Antonio il grande. Egli aveva iniziato ad annodare una corda con dei semplici nodi per contare le invocazioni. Ma il demonio veniva a sciogliere i nodi per non farlo pregare. S. Antonio ispirato da una visione della Madre di Dio, legò i nodi in modo che nel loro interno ci fossero sette piccole croci annodate su se stesse. Così il demonio non riuscì più a sciogliere i nodi per via delle croci.

Vengono confezionate con questo nodo sia la corda tradizionale ortodossa che il nostro rosario tradizionale.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.