San Leopoldo Mandic

San Leopoldo Mandic

San Leopoldo Mandic

compagno di viaggio

di chi rivela il volto della Misericordia

di chi porta il peso del fratello

di chi prega e opera per l’unità dei cristiani.

 

La vita:

Bogdan Mandic nasce il 12 maggio 1866 a Castelnuovo, nella Dalmazia meridionale. A sedici anni entra nel seminario cappuccino di Udine. Dopo la professione religiosa, nella quale diviene fra Leopoldo, nel 1890 viene ordinato sacerdote.

Nutre un grande sogno ecumenico: riconciliare con la Chiesa di Roma i cristiani orientali separati. Grande è dunque la sua gioia quando lo inviano a Zara e a Capodistria, è costretto, però, sempre a tornare in Veneto, o addirittura in Meridione, durante la prima guerra mondiale, che lo vede, in quanto croato, “suddito nemico”.

Anche la destinazione a Fiume, nel 1923, dura pochissimo: il vescovo di Padova chiede all’Ordine dei Cappuccini di farlo rientrare nella sua diocesi, a causa dello sconcerto provocato dalla sua partenza tra i fedeli. Padre Leopoldo, infatti, trascorre le sue giornate in confessionale, incoraggiando e guarendo ferite profonde, spesso antiche di anni, e offrendosi a portare i pesi più forti e dolorosi.

La sua mitezza e la sua benevolenza sono note a tutti, come pure la straordinaria capacità di penetrare le profondità del cuore e di aprirlo al desiderio misericordioso del Padre. E proprio in questo suo instancabile servizio di perdono e speranza – confessa fino agli ultimi giorni della sua vita, nel luglio del 1942 – egli ripone la sua costante preghiera per l’unità dei cristiani.

Nel 1976 Paolo VI lo proclama beato e viene canonizzato nel 1983 da Giovanni Paolo II.

 

Per approfondire:

Misericordia

Walter Kasper, Misericordia, Queriniana 2013

Le riflessioni di un grande teologo, molto apprezzato da papa Francesco, sul tratto fondamentale del Padre: la misericordia. Un aiuto prezioso, dunque, per coglierne i significati teologici e spirituali, ma soprattutto per avvicinarsi alla gioia del farne esperienza.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.