Sant'Antonio di Padova

 

 Sant'Antonio di Padova

Sant'Antonio di Padova

compagno di viaggio

dei maestri di sapienza cristiana

di chi ama la Sacra Scrittura

di chi ha cura dell'annuncio del Vangelo.

Lisbona, Portogallo. Qui nasce, nel 1195, sant'Antonio, battezzato in una nobile famiglia con il nome di Fernando.

Ha 15 anni quando entra dai Canonici agostiniani, prima nei pressi di Lisbona e poi a Coimbra, allora capitale del Portogallo. Appena ordinato sacerdote emerge la sua eccellente cultura nelle scienze bibliche e teologiche. Nel 1220 le reliquie di cinque martiri missionari francescani in Marocco vengono portate da alcuni frati minori a Coimbra. In seguito a questo incontro Fernando decide di lasciare i Canonici agostiniani e di seguire Francesco d'Assisi. Con il nuovo nome di Antonio, parte per il Marocco, attratto dal martirio. Qui però contrae presto una grave malattia e raggiunge la Sicilia dopo un pericoloso naufragio. Nella Pentecoste del 1221 è ad Assisi e Francesco stesso lo conferma nella sua nuova vocazione inviandolo in Romagna. Si narra che il grande talento di predicatore emerga in Antonio a causa di un'improvvisa sostituzione per un'omelia alle ordinazioni sacerdotali di Forlì nel 1222. Da allora viaggia continuamente tra Nord Italia e Sud della Francia offrendo il servizio prezioso della predicazione in tempi confusi dai movimenti ereticali. Viene chiamato anche a insegnare teologia a Bologna e a occuparsi delle comunità francescane come Ministro provinciale del Nord Italia. Tra i numerosi conventi di cui è responsabile, predilige quello della chiesetta di Santa Maria Mater Domini, a Padova. In questa città egli scrive i suoi Sermones, un testo voluminoso da cui traspare la sua eccezionale cultura teologica. É ancora a Padova che predica durante la Quaresima del 1231. Affaticato e consumato dal suo servizio, si ritira in un paese vicino, Camposanpiero, ospite del Conte Tiso. A confortarlo è Gesù, che gli appare Bambino e si ferma a dialogare con lui, come testimonia lo stesso Conte. All'età di 36 anni, muore il 13 giugno 1231. La devozione e il numero dei miracoli a lui attribuiti sono così grandi che viene proclamato Santo già l'anno successivo.

 

 

Il libro del mese:

Gli uccelli cantano, i pesci ascoltano... Sant'Antonio di Padova

Gli uccelli cantano, i pesci ascoltano... Sant'Antonio di Padova.
Jan Dobraczynski, Edizioni Messaggero 2018

È uno dei maggiori scrittori polacchi a narrare, con vivacità e avvincente libertà espressiva, la vita di sant'Antonio: sarà dunque semplice e gradevole lasciarsi accompagnare da queste pagine alla scoperta di una grande figura, alta nella provenienza nobile e nella singolare cultura, ma anche umilissima nelle scelte di luce e povertà.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.