Giovanna d'Arco

 

Giovanna d'Arco

Giovanna d'Arco

compagna di viaggio

degli audaci

di chi vuole compiere fino in fondo la volontà di Dio nella storia dell'uomo

di chi si impegna e lotta per la Verità

 

Giovanna d'Arco nasce in una famiglia di contadini nel 1412 a Domremy, in Francia.

Durante la guerra dei Cento anni (1337-1453), in un clima di forti tensioni politiche e sociali, e di grande confusione nella Chiesa, dall'età di 13 anni si sente chiamata, attraverso le voci di san Michele Arcangelo e di altri santi, a far sua la causa di Francia, insieme a far consacrare Carlo di Valois come re di Francia.

Superate le inevitabili resistenze dei grandi a cui si rivolge per corrispondere alla volontà di Dio, ottiene finalmente di poter compiere la sua missione. Tutto è nel nome di Gesù, che ella invoca continuamente fino alle ultime ore della sua vita, e che costituisce il primo e l'unico signore della sua vita: “Nostro Signore servito per primo”.

L'8 maggio 1429 libera Orléans dall'assedio degli Inglesi e riporta una serie impressionante di vittorie, finchè nel luglio dello stesso anno Carlo VII viene incoronato a Reims alla sua presenza.

Il 23 maggio dell'anno successivo le truppe inglesi la fanno prigioniera e l'Università di Parigi chiede che l'Inquisizione la giudichi come strega. Nel gennaio del 1431 viene dunque avviato un processo iniquo che la dichiara colpevole di idolatria, scisma e apostasia.

Il 30 maggio viene arsa viva sulla piazza del Vieux-Marchè di Rouen. Presto, nel 1456, viene riabilitata dalla Santa Sede. Sarà Benedetto XV a dichiararla santa, nel 1920.

 

 

Per approfondire:

Credere in se stessi - Anna Bissi

Anna Bissi,
Credere in se stessi.
Edizioni dell'Immacolata 2017.

I fallimenti, i limiti, le fragilità ci conducono spesso a dubitare del nostro valore. Queste pagine però ci invitano a ricordare la nostra dignità di figli di Dio, figli amati: è questa la roccia salda su cui fondare la capacità autentica per credere in noi stessi.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.