Santo Curato D'Ars

 

Santo Curato d'Ars

Santo Curato d'Ars

compagno di viaggio

di chi si riconosce peccatore amato

di quanti si aprono alla Misericordia

di chi, perdonato, perdona.

 

Giovanni Maria Vianney nasce vicino a Lione, a Dardilly, l’8 maggio 1786. La Rivoluzione francese, se impedisce l’ufficialità pubblica delle prime espressioni di fede, non ferma il cammino interiore del giovane, che fin dai diciassette anni manifesta il desiderio di diventare prete. La sua formazione al sacerdozio incontra diverse difficoltà, ma è sempre sostenuta dall’abbè Balley, parroco di Ecully. Qui viene inviato vicario nel 1815, dopo l’Ordinazione.

Dopo tre anni giunge ad Ars e con la predicazione, la preghiera e lo stile di vita, estremamente semplice e povero, risveglia la fede dei parrocchiani. Provato da un duro combattimento spirituale e da un senso profondo di indegnità, cerca tre volte di fuggire dalla parrocchia, ma ogni volta vi fa ritorno, chiamato dalla misericordia di Dio, che egli amministra instancabilmente attraverso il sacramento della riconciliazione. La fama della sua bontà e della sua guida verso il pentimento e l’accoglienza del perdono si diffonde tanto che a lui giungono miriadi di pellegrini. Quasi “prigioniero del confessionale”, muore il 4 agosto 1859. Canonizzato nel 1925 da Pio XI, nel 1929 è proclamato “patrono di tutti i parroci del mondo”.

 

Per approfondire:

Vita autentica del Curato d'Ars

Renè Fourrey
Vita autentica del Curato d'Ars
Edizioni Paoline 1989.

In questa ricca e dettagliata biografia, corredata da molte fotografie, Renè Fourrey lascia emergere in ogni tratto del vissuto del sacerdote, compresi quelli più deboli e fragili, la grandezza dell’Amore misericordioso che si riversa sovrabbondante su tutti coloro che si dispongono a riceverlo.

 

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.